Giacaranda…Il Cilento Racconta!!!

Il Cilento racconta tante storie. Narra di una natura incontaminata che sfocia nel blu del mare, di una terra aspra e dura da zappare, ma che dona frutti unici. Racconta di mani segnate dai calli, di muli sovraccarichi e di fazzoletti neri avvolti intorno ai capelli delle donne. Racconta dell’eterna lotta vissuta dai suoi abitanti… Con le sue contraddizioni, con il suo elogio alla lentezza, ma soprattutto, con i suoi segreti ben celati alla vista. Leggi tutto “Giacaranda…Il Cilento Racconta!!!”

Palazzo Seneca ed il suo Ristorante Vespasia … La Bella Vita!!!

Cosa è che vi fa sentire bene? Quale è il vostro concetto di “Bon Vivre” per dirla alla francese? O ancora, utilizzando un gergo in uso nel napoletano,  cosa è che vi fa “Pariare”?

Ognuno di noi ha una sua idea, una sua visione della “Bella Vita”, la ricerca del benessere, inteso come stare bene,  è un fattore comune a tutti. Gli uomini, in generale, hanno idealizzato  il benessere con il possesso, con il danaro, quello che veniva definito da San Francesco come lo “Sterco del Diavolo” … ma siamo certi che il benessere, “La Bella Vita” sia da accomunare solo e soltanto a questi 2 aspetti?

Leggi tutto “Palazzo Seneca ed il suo Ristorante Vespasia … La Bella Vita!!!”

La montanara… Oggi a otto!!!

Oggi a otto, era la litania che si sentiva risuonare per le strade di Napoli a significare che, anche se senza soldi, potevi mangiare una pizza fritta o una montanara, oggi per poi pagarla tra 8 giorni. Delle montanare se ne fa menzione a partire dalla fine del 1500, periodo in cui nacque il cibo da strada a Napoli. Figlia diretta della zeppola o pasta cresciuta, non è chiaro il nome da cosa abbia avuto origine, molto probabilmente dall’usanza dei montanari di cibarsi di pane molto unto, condito con salsa di pomodoro.

Leggi tutto “La montanara… Oggi a otto!!!”

La montanara… Oggi a otto!!!

Oggi a otto, era la litania che si sentiva risuonare per le strade di Napoli a significare che, anche se senza soldi, potevi mangiare una pizza fritta o una montanara, oggi per poi pagarla tra 8 giorni. Delle montanare se ne fa menzione a partire dalla fine del 1500, periodo in cui nacque il cibo da strada a Napoli. Figlia diretta della zeppola o pasta cresciuta, non è chiaro il nome da cosa abbia avuto origine, molto probabilmente dall’usanza dei montanari di cibarsi di pane molto unto, condito con salsa di pomodoro.

Leggi tutto “La montanara… Oggi a otto!!!”