Villa Chiara Orto&Cucina… un fulmine a ciel sereno!!!

La location è molto bella si trova in una frazione di Vico Equense, Pacognano, nel triangolo gourmet della costiera dove c’è la maggior parte di ristoranti stellati, basti pensare a la torre del saracino o all’osteria Nonna Rosa, rispettivamente 2 ed 1 stella Michelin. una cucina di contrasti molto legata al territorio ma con un tocco personale ed innovativo che ti sorprende.

Abbiamo voluto finire il 2015 con il tradizionale brindisi alla caffettiera e ci è piaciuto iniziare le nostre scorribande per il 2016 con un posto nuovo: Villa Chiara orto & Cucina, un ibrido,  un ristorante gourmet con orto proprio e che si definisce agriturismo… ma agriturismo non è!!!

La location è molto bella si trova in una frazione di Vico Equense, Pacognano, nel triangolo gourmet della costiera dove c’è la maggior parte di ristoranti stellati, basti pensare a la torre del saracino o all’osteria Nonna Rosa, rispettivamente 2 ed 1 stella Michelin. Si sale per una stradina di fianco ad uno dei miei preferiti ritrovi gourmet, la Tradizione e lungo la strada si incontra uno dei più famosi produttori di provolone del monaco. Subito sotto una chiesa del ‘600 c’è Villa Chiara, una bella casa di campagna anche essa molto antica,  con ampi spazi e parcheggio, cosa non sempre facile da trovare in queste zone. Ad accogliervi un ampio dehor dove è possibile pranzare nella bella stagione… di certo col bel tempo ci ritorniamo 🙂 … e la rivendita dei prodotti del loro orto.

Anche l’interno non è male, le sale sono intime e con pochi tavoli a garantire la giusta privacy, il servizio attento e veloce.

Prima di tutto i più piccini, del resto Fabiana Scarica lo Chef è prima di tutto mamma, c’è un menù dedicato con prodotti genuini, Giulio sceglie una cotoletta con patate, le patate non sono di quelle congelate!!! A completare un piccolo parco giochi dove farli sfrenare e la stalle con degli animali.

Il nostro tavolo è molto bello, ampio ed apparecchiato con semplicità ed eleganza, dopo pochi minuti ci vengono serviti 2 calici di Joi, lo spumante di San Salvatore e delle entrè molto golose.

 Iniziamo a capire qualcosa del tipo di cucina che ci aspetta, una cucina di contrasti molto legata al territorio ma con un tocco personale ed innovativo che ti sorprende… a cominciare dagli accostamenti di sapori dolci con quelli salati della mini bruschetta con burro e amarena…. note che ritroveremo nel resto dei piatti che ci sono stati serviti.

Scegliamo un menù degustazione di 5 portate, il maitre ci informa che possiamo comporlo a nostro piacimento ed optiamo per l’assaggio di 2 antipasti, 2 primi ed il dolce.

Iniziamo con la Scarpetta di polpette di pane e tuorlo in zuppa di Provolone del Monaco, tartufo … sublime. Il tuorlo d’uovo è stato fatto marinare nel sale che lo ha asciugato e cotto dandogli una consistenza ed un sapore eccezionale…ed a Rossella inizia a sorgere il dubbio che lo Chef Fabiana sia stata a stretto contatto con Cracco. Le polpette di pane nascondono un segreto e sul fondo troviamo dei cubotti di zucca caramellata molto dolce a contrasto con la sapidità del provolone e del piatto… a finire tartufo bianco … che ve lo dico a fare … buonissimo!!!

Come si dice nel gergo la mano è ottima e lo si vede da come vengono trattate le materie prime ed il Polpo tenero grigliato, crema di topinambur e polvere di caffè, alga fritta e quinoa croccante.

Polpo morbidissimo, il caffè è una nota leggera che viene bilanciato dal sapore meno deciso della crema di topinambur e da quello più sapido dell’alga fritta…insomma non male anche questo.

A seguire inizia la danza dei primi e si comincia con Pasta d’orzo di Ferrante e Gerardo Di Nola con crema di zucca affumicata, ristretto di cicoria e zenzero, alghe. Incuriosito chiedo dell’uso dell’orzo al posto della semola e mi dicono che è una trafila sperimentale che loro hanno in carta grazie all’amicizia della famiglia con i proprietari del pastificio. L’orzo permette delle cotture lunghe e non fa scuocere la pasta…. ed è vero i paccheri sono ben al dente, il dolce della crema di zucca è ben stemperato dalla cicoria e la nota di testa è data dallo zenzero profumato.

Il secondo primo è un piatto a me caro, e quando lo trovo in carta non posso non ordinarlo, Fusilloni con broccoli friarielli, alici, limone candito e pecorino carmasciano. Cottura della pasta perfetta, l’amaro dei broccoli era sovrastato dalla sapidità dell’alice che veniva a sua volta eclissata dal profumato e fresco limone candito… anche questo un piatto che nasconde altro dietro gli ingredienti.

E tra una portata e l’altra sfreccia lo Chef Fabiana tra i tavoli, uno scricciolo che come un fulmine appare e scompare, promettendo di fermarsi a fare 2 chiacchiere appena possibile. Sprizza energia da tutte le parti e grazie alla sua giovane età ha ancora molto da raccontarci.

Nel frattempo fanno capolino i dolci, che sono anche essi eseguiti magistralmente e solo più tardi, scambiando due chiacchiere con il papà di Fabiana, scopriamo che lei nasce come pasticciera. Il pre dessert è una delicata delizia al limone.

Per me l’essenziale di limone con un caramello salato al tè verde che sovrasta la delicatezza della crema a Limone e del cioccolato bianco usato per ricreare la scorza del limone.. tanto fatta bene che sembra vera!!!

Per Rossella un capolavoro fatto di cioccolato.

Per Giulio un cappuccino freddo con un fondo di biscotti plasmoon.

Insomma un bellissimo pranzo, una bella sorpresa …quale modo migliore per festeggiare l’epifania?

La prossima volta spero solo che lo chef abbia qualche minuto da dedicarci per approfondire quello che c’è dietro la sua cucina, frutto di anni di esperienze presso chef stellati e tanta ricerca

 

 

2 pensieri riguardo “Villa Chiara Orto&Cucina… un fulmine a ciel sereno!!!”

  1. Grazie di vero cuore è stato molto bello scoprire queste belle parole!!!
    La prossima volta vi spetta un bel caffè assieme a noi: Fabiana e Arturo!!
    Perche qualche novità ci sarà e sarà un piacere raccontarvela!!! A presto
    Grazie ancora
    Fabiana e Villa Chiara

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Villa Chiara Orto&Cucina… un fulmine a ciel sereno!!!

La location è molto bella si trova in una frazione di Vico Equense, Pacognano, nel triangolo gourmet della costiera dove c’è la maggior parte di ristoranti stellati, basti pensare a la torre del saracino o all’osteria Nonna Rosa, rispettivamente 2 ed 1 stella Michelin. una cucina di contrasti molto legata al territorio ma con un tocco personale ed innovativo che ti sorprende.

Abbiamo voluto finire il 2015 con il tradizionale brindisi alla caffettiera e ci è piaciuto iniziare le nostre scorribande per il 2016 con un posto nuovo: Villa Chiara orto & Cucina, un ibrido,  un ristorante gourmet con orto proprio e che si definisce agriturismo… ma agriturismo non è!!!

(altro…)

2 pensieri riguardo “Villa Chiara Orto&Cucina… un fulmine a ciel sereno!!!”

  1. Grazie di vero cuore è stato molto bello scoprire queste belle parole!!!
    La prossima volta vi spetta un bel caffè assieme a noi: Fabiana e Arturo!!
    Perche qualche novità ci sarà e sarà un piacere raccontarvela!!! A presto
    Grazie ancora
    Fabiana e Villa Chiara

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.